Psicosomatico

La Medicina Psicosomatica rappresenta un orientamento di pensiero e di ricerca, che ha origine sin dai primi del Novecento e che si è andato diffondendo ricomponendo l’unità psicofisica reale del paziente, utilizzando dei sistemi concettuali e di intervento, che colgono contemporaneamente gli aspetti organici ed emotivi.
La malattia si manifesta a livello somatico come sintomo e sul versante psicologico e spirituale come disagio in un’ottica unitaria.
La teoria psicoanalitica ha suggerito a quella psicosomatica il criterio che consente di decifrare il sintomo somatico come simbolo di un problema affettivo, trovando in ciò la tendenza psichica a dare espressione alle funzioni viscerali del corpo, considerandole come luoghi di manifestazioni dei meccanismi affettivi.